5 settembre 2011 da Walter Scipioni

Camarda partecipò all’unità d’Italia non con atti concreti, perché non lo consentiva la sua realtà di modesto centro, ma con una tensione morale e civile profondamente avvertita. Questo sentimento aveva ben sedimentate radici da lungo tempo, in quanto si era accumulata progressivamente l’insofferenza contro il vessatorio regime borbonico. Infatti, sin dalla fine del settecento (quando […]

Continua la lettura di Camarda e l’unità d’Italia – di Antonio Angelini